I fanghi rappresentano il prodotto di scarto solido di un qualsiasi ciclo depurativo (biologico, chimico-fisico ecc.) che devono essere raccolti e trattati prima di poter essere smaltiti.
I principali trattamenti dei fanghi sono:
– Ispessimento: ha la funzione di eliminare in grande quantità l’acqua contenuta nei fanghi, riducendo in questo modo i volumi a favore dei trattamenti della linea fanghi previsti a valle.
– Stabilizzazione biologica: È un complesso di processi metabolici attraverso i quali il contenuto organico putrescibile dei fanghi, provenienti dalle vasche di sedimentazione primaria e secondaria, viene trasformato in sostanze stabili più semplici. La digestione può essere di due tipi, aerobica e anaerobica, e i manufatti dove avviene la digestione sono chiamati digestori.
– Condizionamento: Si utilizza prima di un trattamento di disidratazione meccanica e serve a migliorare le caratteristiche di filtrabilità dei fanghi.
– Disidratazione: Serve a ridurre, ulteriormente, il contenuto di acqua dei fanghi digeriti. Può essere naturale (per essiccamento naturale su letti drenanti) o meccanica (filtropressatura, nastro pressatura e centrifugazione).
Un ulteriore trattamento di disidratazione dei fanghi digeriti può essere il trattamento termico per essiccamento o incenerimento quest’ultimo pur essendo un procedimento di disidratazione è utilizzato per lo smaltimento dei fanghi).